Marilyn

icons | marilyn

Posted on 12 April 2012

Tra circa un mese inizierà il Festival di Cannes e allora vedremo Marilyn campeggiare come un monumento sulla croisette, con una torta di compleanno tra le mani e quell’ espressione di estasi sul viso che solo lei sapeva fare. In realtà non si celebra la sua nascita, ma la sua morte, avvenuta 50 anni fa e precisamente il 5 agosto del 1962. In una puntata di Mad Man Don Draper divide le donne in quelle che si identificano in Marilyn e in quelle che si sentono Jackie, in effetti a essere sconvolte e colpite al cuore per quella morte improvvisa, sono più le donne che gli uomini. E forse anche dopo cinquant’anni siamo ancora noi donne a mantenere viva Marilyn, non come una semplice icona ma come un essere amato e mai dimenticato. Non posso fare a meno di collezionare le immagini per me inedite che  internet mi regala. Non riesco a non emozionarmi nel trovare un filmato di Marilyn a Roma che riceve il David, accanto a lei l’attrice che ne rappresenta il contrario, quella spettinata e senza trucco, quella che vince gli oscar e ha quei riconoscimenti artistici che Marilyn ha sempre desiderato, Anna Magnani. In quelle immagini un po’ tremolanti ci siamo un po’ tutte, non ne ami una a discapito dell’altra, perché non c’è antitesi a ben guardare.

In about a month Cannes Film Festival will start and then we’ll see Marilyn dominating the Croisette, with a birthday cake in her hands and that expression of ecstasy on her face that only she could do. Actually they don’t celebrate her birth, but her death happened 50 years ago, precisely on August 5 1962. In an episode of Mad Man Don Draper divide women into those who identify themselves with Marilyn and those who feel Jackie, in fact to be shocked and stricken to the heart by that sudden death, are more women than men. And maybe even after fifty years we women are the ones who still keep Marilyn alive, not just as an icon but as a beloved and never forgotten creature. I can’t avoid to collect those images, for me unknown, that the internet presents to me. I can’t avoid to move me finding a short film of Marilyn in Rome receiving the David award, beside her the actress who represents her opposite, disheveled and without makeup, that one who wins the Oscar and gets those reviews Marilyn has always wanted, Anna Magnani. In these flickering images you see all women, you don’t love one to the detriment of the other, because there is no antithesis at a closer look. 

What Others Are Saying

  1. siboney2046 12 April 2012 at 16:53

    Hai ragione, siamo noi donne orgogliosamente la sua memoria storica!

  2. silvy 16 April 2012 at 12:21

    she’s so lovely in these images and so unusual too. I love her!!

  3. michele 18 April 2012 at 01:42

    …mi sarebbe piaciuto conoscerla, ma ero appena un bimbo…
    In realtà non ero ancora nato, ma ho saputo di lei prima del partenone e prima del raggio verde.

  4. m 19 April 2012 at 12:50

    segno dei tempi: in un negozio una ragazzina di periferia milanese (sui 17-18), poco oltre l’anoressia, truccata, attillata, coi capelli stirati dice al suo ragazzo “non capisco perchè tutti stiano a dire marilyn marilyn, non era bella…non era nemmeno magra!” …sconforto e mestizia…

  5. Moody 19 April 2012 at 14:20

    @michele mi piace molto questo accostamento Marilyn/ Partenone/raggio verde. Lo trovo perfetto.
    @m non era né bella né magra era molto di più. Comunque sì…sconforto e mestizia.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>


Real Time Web Analytics