cine qua non | n.3

Posted on 12 January 2010

Se c’è un film che abbiamo tutti bisogno di rivedere in questi giorni, è sicuramente Il buio oltre la siepe. Per ricordare che le siepi di cui ci circondiamo, non solo non ci proteggono, ci impediscono di vedere liberamente. Nel 1960 Harper Lee vinse il premio Pulitzer descrivendo la provincia americana del dopo ’29. Nel 1962 il film di Robert Mulligan vinse tre premi oscar. L’America fu costretta a guardare la faccia mostruosa del pregiudizio razziale e a iniziare un processo che dopo cinquant’anni si può dire definitivamente compiuto. Un oscar andò a Gregory Peck, per la sua interpretazione di Atticus Finch, l’avvocato che da solo contro tutti difende un uomo innocente e insegna ai propri figli e ai propri concittadini che cos’é il coraggio.

“Il coraggio non è un uomo con la pistola in mano, il vero coraggio si dimostra nell’affrontare le battaglie anche quando si sa di averle perse in partenza, l’importante è lottare per ciò in cui si crede, sapendo che alla fine non sarà con gli altri che bisognerà fare i conti, ma con la propria coscienza.”

If there’s a movie that we all need to see again these days, it’s surely To Kill a Mockingbird. To remind that the hedges not only don’t protect us, they prevent us from seeing freely. In 1960 Harper Lee won the Pulitzer Prize describing the American province of the post-’29. In 1962, the film by Robert Mulligan won three oscars. America was forced to look at the monstrous face of racial prejudice and to begin a process that after fifty years we can say definitively accomplished. An oscar went to Gregory Peck for his interpretation of Atticus Finch, the lawyer who, alone against all, defends an innocent man and teach his children and his fellow citizens what is courage.

“Courage is not a man with a gun in his hand. It’s knowing you’re licked before you begin but you begin anyway and you see it through no matter what. You rarely win, but sometimes you do.”




What Others Are Saying

  1. francesco 19 January 2010 at 00:48

    e conosci anche la parodia di franco e ciccio ‘buoi oltre la siepe’? scherzi a parte, mi è scappato scritto, poichè come forse sai ho la digito-slessia.
    insomma, digito, ergo sum.

  2. francesco 19 January 2010 at 00:48

    e visto che blogghi su commissione, a quando un ‘cine qua non’ su ‘angeli con la pistola’, il film cult dei fratakkioni?

  3. Bianca 20 January 2010 at 23:14

    Comunque, il ciccio assomiglia a Gregory Peck, nel caso te ne fossi scordata…

  4. Moody 20 January 2010 at 23:45

    @bianca no no! non me ne sono scordata, è che non mi ricordo in quale film… scherzi a parte a me lo ricorda più il newman con la barba.

  5. Moody 20 January 2010 at 23:56

    @francesco Angeli con la pistola rientra nei cine qua non di diritto!

  6. Moody 20 January 2010 at 23:59

    @francesco e ci mancava solo la digito-slessia…

  7. Elden Pikkarainen 11 February 2010 at 00:21

    Nice story.

  8. Reducir Cintura 14 June 2010 at 01:27

    Encontré tu blog por pura casualidad. Excelente. Adios!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>


Real Time Web Analytics